Vai al contenuto

Psocotteri

Gli psocotteri, noti anche con il nome di pidocchi dei libri o tarme della carta sono degli insetti che si intrufolano e si stabiliscono negli ambienti umidi, molto fastidiosi. Scopriamo come identificarli, come prevenire il loro arrivo e infine come eliminarli.

psocotteri muffa

Psocotteri: morfologia e abitudini

Il termine Psocotteri (Psocoptera o Corrodentia) deriva dal greco ‘psocus‘, che significa ridurre in pezzi, e ciò ben delinea il comportamento di tale specie.

Gli psocotteri, infatti, sono insetti microscopici ma molto voraci, che si nutrono essenzialmente di muffa, ma per assumerla sono abituati a rosicchiare vari tipi di materiali, dai libri, di cui vanno ghiotti, alle derrate alimentari.

Attivo principalmente nelle ore diurne, lo psocottero è un insetto di piccole dimensioni, che vagamente ricorda le fattezze di una formica: da 1 a 5 millimetri di grandezza, con un corpo appiattito e allungato, 6 zampe corte che le rendono agili nei movimenti, ma in proporzione una bocca molto grande e un apparato masticatore molto potente

Esistono circa 2.000 specie di psocotteri in natura, di cui 30 specie presenti in Italia. le più diffuse sono in particolare:

Il loro aspetto è caratterizzato da una colorazione quasi incolore, che tende comunque al grigio o al marrone chiaro.

Il loro habitat naturale sono le zone calde e umide della casa, ma soprattutto quelle con presenza di muffa.

Comunque, i nostri insetti della muffa sono una specie cosmopolita, ciò significa che possono ambientarsi ed essere a loro agio ovunque ci sia muffa e materiale di origine vegetale di cui nutrirsi: dalle abitazioni (dispense o bagni) alle industrie agroalimentari (specie nella produzione di cereali) e magazzini all’esterno, lungo i tronchi degli alberi dove crescono muffe, funghi e licheni.

In genere questi pidocchi o acari dei libri prediligono, appunto, nascondersi all’interno dei libri e la loro presenza non si nota anche per anni.

psocotteri sono pericolosi

Gli psocotteri non sono pericolosi per l’uomo in quanto non mordono e la loro presenza non causa malattie o infezioni. Tuttavia è necessario prevenirli ed eventualmente, se riscontrata la loro presenza, sbarazzarsene con una disinfestazione. Perché?

Non solo per il deterioramento dei libri, ma proprio perché la loro presenza è sinonimo di muffe, e di conseguenza, di una cattiva condizione dell’abitazione e dell’ambiente in generale. Alla lunga, la presenza di muffa e l’infestazione degli psocotteri può generare irritazioni e allergie.

In caso di presenza di questi insetti una soluzione può essere quella di buttare via gli oggetti che ne sono stati contaminati, ma esistono anche dei metodi alternativi per non disfarsi, ad esempio, di un libro molto apprezzato.

Scopriamo quindi cosa fare per prevenire e tenere alla larga i pidocchi della muffa.

Psocotteri come eliminarli

Gli psocotteri si nutrono in modo prevalente delle muffe, quindi la presenza di questi insetti all’interno della casa conferma che la muffa è tanta e questo non fa bene alla salute, provocando anche delle malattie gravi. 

Eliminare psocotteri è quindi fondamentale, ma richiede pazienza, impegno e dedizione.

Quando si notano gli psocotteri si deve immediatamente cercare la muffa e provvedere a toglierla utilizzando dei prodotti come la candeggina o l’aceto e passando un panno imbevuto nelle zone in cui è presente. 

Il primo passo da compiere per evitare che gli psocotteri possano infestare la casa è dunque il mantenimento di una accurata pulizia, in quanto gli psocotteri, proliferando in modo rapidissimo, possono arrivare a numeri impressionanti.

Psocotteri rimedi: Le azioni da mettere in atto 

  • Per prima cosa è necessario riconoscerli, gli psocotteri possono avere diversi colori, dal bianco al marrone, al grigio ed in alcuni casi un colore trasparente e non sono dotati di ali. Per prevenire il loro arrivo nella nostra casa si possono mettere in atto alcune attività.
  • Migliorare la ventilazione e l’aerazione.

Un metodo molto valido per eliminare l’umidità e quindi prevenire la formazione delle muffe è quello di migliorare il ricircolo dell’aria. Per ottenere dei validi risultati si consiglia di aprire le finestre diverse volte al giorno, appena è possibile, anche in base alle condizioni atmosferiche. Oltre a questo è possibile installare dei ventilatori, soprattutto in ambienti nei quali si accumula più facilmente l’umidità, come i bagni oppure i solai e i locali del seminterrato. In particolare nei bagni dovrebbe essere sempre presente una ventola di aspirazione che oltre a servire per evitare l’accumulo di muffe, serve anche per aspirare i cattivi odori.

  • Eliminare le fuoriuscite d’acqua

Sempre relativamente alla proliferazione delle muffe, un accorgimento molto valido è quello di fare attenzione alle fuoriuscite d’acqua. In caso di tubi danneggiati o di perdite si deve immediatamente provvedere alla riparazione, mentre per quanto riguarda i vasi delle piante da appartamento devono essere dotate di piattini da porre sotto in modo da evitare versamenti sul pavimento. In bagno si consiglia di posizionare dei tappetini davanti alla vasca o alla doccia.

  • Conservare gli alimenti all’interno di contenitori ermetici

Gli psocotteri si nutrono della muffa e dei funghi che crescono sopra i cibi, quindi per evitare il deperimento degli alimenti, i prodotti secchi che restano una volta aperta la confezione ed utilizzati in parte, devono essere sistemati all’interno di contenitori ermetici. Questo vale particolarmente per i legumi, le granaglie, i cereali che si usano per la prima colazione, lo zucchero, le farine e tutti gli altri ingredienti per i prodotti da forno.

  • Ricorrere agli insetticidi

Questa è l’ultima spiaggia, a cui ricorrere solo nel caso in cui fosse chiaro che c’è un’infestazione in atto ad uno stadio avanzato. Tuttavia, trattandosi di sostanze chimiche, è meglio usare cautela nel dosarle e soprattutto affidarsi a dei professionisti del settore.

psocotteri disinfestazione

Eliminare psocotteri: la disinfestazione professionale

La loro eliminazione fisica quando si trovano all’interno dei libri oppure in altre parti della casa, è molto semplice, ma è necessario fare attenzione anche alle loro uova, che ne garantiscono la riproduzione.

Per l’eliminazione definitiva degli psocotteri è possibile rivolgersi ad un professionista del settore che effettuerà la disinfestazione, oppure si possono usare dei metodi “fai da te”. I primi dei quali sono appunto l’eliminazione delle muffe e la distruzione degli oggetti di carta e dei libri nei quali sono stati trovati gli psocotteri. Altre opportunità riguardano la possibilità di installazione di un deumidificatore e migliorare la ventilazione degli ambienti. 

Psocotteri: cosa fare se attaccano la vostra libreria

pidocchi freezer Chiaramente gli psocotteri hanno una spiccata predilezione per il mondo della carta e dei libri.

Per far fronte loro, come accennato sopra, bisogna disfarsi degli oggetti infestati, come ad esempio dei libri e della carta che gli psocotteri adorano. Ma se sei particolarmente affezionato ad un libro e non vuoi separartene, esiste un metodo alternativo: si può risolvere il problema mettendo il libro all’interno di un sacchetto da freezer e posizionarlo nel congelatore per alcuni giorni in modo che il freddo uccida gli psocotteri, che poi dovranno essere tolti con l’aspirapolvere.

Esistono poi delle strategie, naturali, con cui puoi difendere i tuoi libri:

  • talco mentolato;
  • bicarbonato di sodio;
  • lavanda;

Si tratta di sostanze benefiche, che con il loro odore tengono lontani i pidocchi dei libri, e svolgono un’azione protettiva e conservatrice nei confronti della carta stessa.

Oltre a ciò assicurati che

I libri siano sempre in luoghi asciutti, al riparo dall’umidità.

Sistemali pure in verticale, a formare le file che compongono una libreria, ma fai attenzione: lascia leggermente spazio tra un volume e l’altro, per permettere il passaggio d’aria e prevenire la formazione di umidità e muffa.

Non lasciare i tuoi libri morire sugli scaffali, ma ogni tanto riprendili in mano e sfogliali: se per caso nel farlo ti accorgi che sono umidi, passaci un po’ di phon, al calore minimo.

Psocotteri: Indice

Richiedi subito un preventivo gratuito!

I nostri altri servizi