Vai al contenuto

Disinfestazione mosche e pappataci

Tra gli insetti volanti da temere, ne esistono poi due tipi che, apparentemente potrebbero essere innocui o talvolta essere ignorati, ma che possono causare tuttavia un’infestazione, con gravi danni connessi. 

È bene proteggersi anche da queste specie. Di quali specie si tratta?

Stiamo parlando delle mosche e dei pappataci.

prodotti disinfestanti

Le mosche infestanti

La mosca non è un insetto che punge, ma non per questo deve essere considerata innocua. La mosca è un parassita in quanto può provocare degli ingenti danni igienico-sanitari, con rischi per la vostra salute, e quella degli animali domestici e del bestiame.

Esistono migliaia di specie di mosche, tra cui possiamo riconoscere:

Mosche che pungono? scopri se è davvero così

Prevenzione: contro le mosche in casa e in giardino

Vi sono alcuni accorgimenti che, se osservati a dovere, possono funzionare come prevenzione dalle mosche.

uova delle mosche Non bisogna lasciare, ad esempio, nessuna forma di cibo scoperta e quindi accessibile a loro. Bisogna, al contrario, chiudere responsabilmente in modo ermetico, ogni tipo di cibo.

È importante pulire, detergere e disinfettare i piani da lavoro, le mensole e i cassetti, che solitamente sono proprio i piani d’appoggio delle mosche.

Controllate con attenzione che la spazzatura sia sempre chiusa e coperta, dato che può attirare le mosche anche più del cibo, e fate lo stesso con le lettiere degli animali domestici e con tutto ciò che ha a che fare con loro.

Può essere utile anche proteggere le fonti d’acqua: per esempio assicurarsi che gli scarichi siano puliti e scorrevoli, che le tubature e i canali dell’acqua non siano intasati, e non lasciare acqua stagnante. Alle volte c’è chi mette perfino nello stagno un particolare tipo di pesce rosso, il ciprino dorato, che può mangiare le larve della mosca.

Per una prevenzione responsabile dalle mosche, esistono delle opere di prevenzione più estese, che siano costanti ed efficaci nel tempo. È quello che avviene nelle zone urbane e rurali, dove si effettuano proprio azioni di risanamento ambientale per eliminare i possibili focolai larvali.

Tra queste, la pulizia stradale, il controllo e la manutenzione dei cassonetti dell’immondizia, il taglio della vegetazione infestante…

Se ci si accorge della presenza di mosche in casa, la prima strategia da mettere in atto prevede l’uso di palette, zanzariere o coperture per mosche alle finestre.

In giardino, analogamente, si può ricorrere alla pulizia, in modo da tenerlo ben ordinato ed evitare di lasciare in giro residui organici. 

Sia in casa che in giardino, si possono inoltre utilizzare delle specifiche lampade a cattura

Che fare se è presente un’infestazione da mosche?

Disinfestazione mosche

Esistono vari tipi di lotta, o meglio, disinfestazione mosche

Iniziando dalla lotta biologica, che è molto impiegata negli allevamenti. Essa consiste nell’impiegare insetti naturali antagonisti delle mosche, come ad esempio imenotteri parassitoidi o predatori in grado di uccidere le larve e le pupe delle mosche.

mosche cavalline come eliminarle

Vi è poi la disinfestazione mosche chimica, che è molto efficace, tranne per il fatto che esercita un impatto maggiore sull’ambiente. Essa si suddivide in lotta chimica contro le larve, o larvicida, e lotta chimicacontro gli adulti, o adulticida.

La lotta larvicida impiega i cosiddetti IGR, ovvero ‘regolatori della crescita degli insetti’, oppure larvicidi come esteri fosforici e piretroidi

La lotta adulticida si svolge attraverso vari metodi e tecnologie.

Soprattutto la disinfestazione chimica è un tipo di intervento molto delicato, che è sconsigliato eseguire da soli

Non sottovalutate la presenza di mosche, sia in ambiente domestico che in quello professionale. Piuttosto, eliminate il fastidio del ronzio, dell’ avere insetti che vi si posano ovunque, persino sulle braccia e sul viso, e proteggete la vostra salute, programmando una disinfestazione.

Un’azienda professionale come Roma service Group è competente, seria e agisce tempestivamente, eliminando le mosche in fase larvale e adulta.

Ci occupiamo anche di difendervi da un altro tipo di insetto pericoloso, il pappatacio.

Pappataci insetti

I pappataci insetti, o Flebotomi, appartengono all’ordine dei ditteri. Sono insetti di piccole dimensioni, che a prima vista potrebbero sembrare zanzare. Sono infatti ricoperti di peli, sono attivi prevalentemente di notte e anch’essi sono insetti ematofagi.

In realtà, zanzare e pappataci si distinguono perché i pappataci sono più piccoli e di colore giallognolo. Le loro larve si nutrono di muffe, detriti vegetali e rifiuti marci, non di sangue. 

Sono inoltre insetti silenziosi, non rumorosi come le zanzare che ogni volta che volano sono riconosciute da un fastidioso ronzio. Proprio per questo, però, è difficile accorgersi della loro presenza e capita di essere punti senza neanche accorgersene.

pappatacio o flebotomo

Puntura di pappataci

I pappataci pungono soprattutto gli animali e i cani. Se la puntura di pappataci avviene sul cane, questo può contrarre facilmente il virus della Leishmaniosi Canina, una malattia parassitaria per cui i pappataci pungono animali infetti ed estraggono parassiti che poi trasmettono pungendo animali sani. 

In forme gravi, come la Leishmaniosi viscerale,i cani possono addirittura morire, perché i parassiti attaccano organi e apparati.

La puntura di pappataci a volte colpisce anche l’uomo. Essa gli causa intenso prurito e pomfi arrossati, prevalentemente nella zona delle gambe e delle caviglie.

insetti flebotomi
insetticida per pappataci? scopri come proteggerti

Pappataci come combatterli? Prevenzione e monitoraggio

A livello di prevenzione pappataci, è possibile tenere lontani i pappataci con una pulizia costante e accurata, arieggiando e illuminando gli ambienti, dato che i pappataci amano gli ambienti umidi, e in ambienti umidi possono prosperare.

Le popolazioni dei pappataci si estendono infatti più facilmente dopo le piogge, quando l’umidità è alta e c’è una temperatura loro favorevole. Alcune aree diventano così davvero infestate, e frequentandole si viene facilmente punti.

Per questo, a volte, si richiede l’intervento di professionisti del settore, che sanno usare insetticidi e prodotti specifici ed efficaci, adatti al luogo infestato.

Se la vostra è una zona a rischio pappataci, esistono delle trappole pappataci (o macchine di cattura dotate di lampada UV) in giardino per catturare esemplari di insetti e classificarli, così da capire se è in atto un’infestazione.

Se si contano almeno un centinaio di piccoli insetti sotto i 5 mm, c’è sicuramente bisogno di trattare il giardino con una disinfestazione.

Disinfestazione da pappataci

La disinfestazione da pappataci deve essere mirata ai luoghi in cui sono presenti focolai di infestazione. Il trattamento si applica pertanto prevalentemente su residui organici, foglie, accumuli di legname, residui dello sfalcio del fieno, escrementi degli animali domestici o zone atte alla defecazione, zone umide del terreno, muri a secco, muretti, zone umide, fossi o avvallamenti nel terreno e aree con accumulo di materiale inerte

Per la disinfestazione pappataci è preferibile usare insetticidi con forte residualità, che hanno un effetto prolungato di due settimane e quindi riescono a sconfiggere anche le eventuali nascite, agendo contro le larve.

Bisogna prestare attenzione alle zone con scoli d’acqua, per evitare che non vengano inquinate dagli insetticidi. Stesso discorso vale per gli animali, che se vivono nella zona dove viene effettuato l’intervento o in zone limitrofe potrebbero subire dei danni: per proteggerli meglio usare insetticidi senza solvente, a bassa tossicità e alta residualità.

Se l’intervento interessa l’esterno, si consiglia di svolgerlo nelle ore serali così che le molecole dell’insetticida non siano degradate dall’azione dei raggi solari.

Se l’intervento riguarda ad esempio le cantine, le fessure dei muri o le zone umide della vostra casa, vi consigliamo il metodo aerosol, o erogatori automatici di piretro naturale, che proteggono le aree dove i pappataci amano nascondersi e riprodursi. Questi devono essere posizionati sul muro ad un’altezza di 2 metri ed essere impostati per funzionare ogni 30 minuti.

pappataci in casa
pappataci disinfestazione
Disinfestazione mosche e pappataci: Indice

Richiedi subito un preventivo gratuito!

I nostri altri servizi